“Libri di Puglia” domani match letterario tra i romanzi “Lettera a Léontine” e “Abbracci”

Riparte in versione on-line il progetto “Libri di Puglia”, promosso dall’Associazione Pugliese Editori e dalla “Teca del Mediterraneo” – Biblioteca del Consiglio regionale pugliese: il progetto si adatta alle circostanze e si trasforma in un aperitivo letterario da fruire e condividere sui social, nell’attesa di poter tornare a essere un appuntamento itinerante con incontri dal vivo.
Ogni venerdì, dal 22 gennaio al 30 aprile 2021, alle 19, nello spazio virtuale della pagina Facebook dell’Associazione Pugliese Editori, scrittori, editori e ospiti converseranno con il giornalista Dino Cassone di libri, editoria, attualità attraverso interviste, presentazioni di libri e match letterari e risponderanno alle domande del pubblico che seguirà la diretta.
Al via domani, 22 gennaio, sempre alle 19, match letterario tra i romanzi Lettera a Léontine di Raffaello Mastrolonardo, edito da Besa Muci, e Abbracci di Luigi Laguaragnella, pubblicato da Progedit. Dialoga con gli autori il giornalista Dino Cassone.
Partito nel 2019 il progetto “Libri di Puglia”, intende offrire nuove forme di promozione del libro e incentivare la lettura in luoghi alternativi alle biblioteche e alle librerie, tradizionalmente deputate a questo tipo di attività. 
Per creare occasioni di incontro e di fruizione dei libri e raggiungere nuovi lettori sono stati coinvolti 13 locali – prevalentemente dedicati alla ristorazione (bar, caffè letterari, pub) – distribuiti nelle sei province pugliesi, per ospitare eventi culturali legati al mondo del libro (presentazioni, reading, incontri con gli autori) e diventare punti lettura permanenti: in ogni locale, infatti, gli avventori hanno a disposizione per la lettura e il prestito uno scaffale di libri pubblicati dagli editori pugliesi aderenti al progetto. 
L’iniziativa “Libri di Puglia” mira ad offrire un’animazione culturale costante del pubblico e a saldare la proposta libraria con quella dell’intrattenimento, contribuendo inoltre allo sviluppo dell’imprenditoria pugliese nel segmento editoriale e alla diffusione del ricco e variegato panorama letterario della regione.

Il Libro “Lettera a Léontine”. Un amore clandestino e proibito, che si consuma come un dono inaspettato e rischia di travolgere la consolidata routine di due amanti non più adolescenti. Piergiorgio è un medico affermato, sposato e padre di una figlia quindicenne; Léontine, per tutti Lea, è invece single, una donna non bellissima, ma sensuale, intrigante, con una leggerezza che cattura. Si incontrano a una festa, nel giardino silenzioso di una vecchia masseria, mentre all’interno gli invitati ballano, chiacchierano e ingannano le proprie solitudini nell’alcol. Si scoprono amanti davanti ai quadri di De Nittis, parlano attraverso la musica e le poesie, giocano con un destino che li fa perdere e ritrovare. Fino a un epilogo inaspettato, sorprendente come solo la vita sa essere.

L’autore, Raffaello Mastrolonardo, è nato a Bari. Ha pubblicato la raccolta di poesie Emozioni e i romanzi Gente del Sud e La scommessa. Lettera a Léontine è diventato un caso editoriale, conquistando l’interesse dei lettori in Italia e all’estero.

Il libro “Abbracci”. Tra desiderio e ricordo, tra incontri inaspettati e gesti vitali il protagonista, Lorenzo, vaga alla ricerca di uno stato di equilibrio interiore e sociale che gli restituisca il valore dei rapporti familiari e amichevoli. Le strade della sua città fanno da sfondo all’esercizio di decisivi abbracci che riceve da persone a lui care. Rappresentano la quotidianità o sono del tutto inaspettati: gli regalano nuova forza, fiducia, un senso di gratitudine per la vita nonostante i continui stati di inquietudine. Sul crinale di relazioni deludenti o scivolose, progetti di vita inattuali o che tardano a concretizzarsi, Lorenzo fluttua tra stati d’essere e non essere. Gli abbracci riaccendono il flusso della vita, riscoprendo i legami con le persone, le emozioni, i desideri. Riprende così il suo cammino, uscendo dal web, da quelle “stanze dell’eco” in cui, a volte, resta imprigionato come un solitario hikikomori.

L’autore, Luigi Laguaragnella (1983), vive a Bari, ha studiato Informazione e sistemi editoriali all’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, lavora nel sociale e collabora con alcune testate giornalistiche on-line.

Please Post Your Comments & Reviews

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *