Premio alla carriera teatrale per Mirabella e Formigoni

“Questo premio è anche un riconoscimento a tutto il Teatro pugliese che continua a regalarci emozioni e programmi di qualità, nonostante il momento difficile”.

Nelle parole di Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese, c’è il senso del Premio alla carriera teatrale del Teatro Pubblico Pugliese, istituito dal Consorzio per le Arti e per la Cultura d’intesa con la Regione Puglia, consegnato ex-aequo a due “giganti” del Teatro pugliese: Michele Mirabella e Carlo Formigoni.

Le cerimonie si sono tenute nel weekend a Bitonto e Cisternino, che hanno aperto i loro teatri per due serate che hanno omaggiato il talento di due personaggi che tanto hanno dato – e stanno dando – al mondo del teatro.


La decisione dalla giuria è stata motivata per la loro grandissima opera di produzione, scrittura e formazione teatrale svolta negli anni e per aver contribuito in modo eccezionale alla crescita culturale della regione e alla sua valorizzazione.
La cerimonia di consegna del riconoscimento per Michele Mirabella si è tenuta sabato 6 novembre al Teatro Traetta di Bitonto dove ha tenuto una Lectio Magistralis che ha ripercorso la sua straordinaria esperienza teatrale, che lo ha visto lavorare accanto a nomi quali Edoardo De Filippo, Franco Enriquez, Vittorio Gassman e tanti altri.

Bitontino, 1943, Michele Mirabella è stato candidato al Premio dal Comune di Bitonto per la sua poliedricità di uomo e di artista, autenticamente pugliese, e che sempre ha rivendicato le sue origini e la sua passione per il teatro, suo primo maestro di vita.

“Sono orgoglioso di aver ricevuto questo Premio – ha spiegato Mirabella, che nel corso della serata al Traetta ha incontrato anche diversi compagni storici di avventura e tanti estimatori -. Fare il regista vuol dire interpretare il testo come complesso semiotico di espressioni. Spero di continuare a farlo bene”.


“Michele Mirabella ci ha raccontato il teatro prima ancora che lo stesso fosse fruibile, ci ha sollecitato a conservarlo come un gioiello e ci ha educato nel rispetto della sua storia. Siamo contenti di ripartire in questo modo e a breve presenteremo la stagione teatrale”, ha sottolineato il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio.


Applausi ed emozioni anche al Teatro Paolo Grassi di Cisternino per Carlo Formigoni che con il Teatro delle Forche ha portato in scena il suo Oedipus Rex Edipo Re di Sofocle di cui ha firmato la regia, con in scena Giancarlo Luce, Vito Latorre, Salvatore Laghezza, Antonio D’Andria e Onofrio Fortunato, scenografia di Mariella Putignano.

La candidatura di Carlo Formigoni, inventore del Teatro Ragazzi e rappresentante della storia del Teatro in Italia, che ha scelto la Puglia per vivere e per fare il teatro, è stata proposta dal Comune di Cisternino che già nel 2019 gli aveva conferito un premio in occasione dello spettacolo realizzato dal Teatro dell’Altopiano nella stagione teatrale 2019 a cura del Tpp.

“Lo svolgimento a Cisternino della premiazione a Carlo Formigoni è per noi un grande onore. Nel suo magico spazio, sull’aia e tra i trulli, ormai da trent’anni produce e organizza spettacoli che hanno avvicinato tante persone al teatro e non possiamo che essergli tutti immensamente grati per tutta questa bellezza donata con così tanta generosità alla comunità della Valle d’Itria e ai nostri ospiti”, ha affermato Roberto Pinto, Vice Sindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Cisternino.


“Grazie alla Puglia che mi ha accolto e ai Pugliesi che hanno sempre lavorato volentieri con me. In questa terra ci sono tante realtà teatrali di livello. In questo momento siamo impegnati in un’opera di ‘Teatro-cronaca’, che vi mostreremo presto”, ha spiegato il regista e formatore teatrale. “Anche durante il periodo del Covid non ci siamo fermati e abbiamo realizzato progetti e iniziative importanti. – ha sottolineato Giuseppe D’Urso, presidente del Teatro Pubblico Pugliese -. Il premio è anche uno stimolo per Michele e Carlo ad andare avanti, affinché sia di buon auspicio per i loro progetti futuri che siamo sicuri saranno di successo. Era un po’ che stavamo pensando ad un Premio alla carriera teatrale, d’intesa con la Regione Puglia. Questo significa valorizzare chi ogni giorno lavora nel Teatro e per il Teatro, e riconoscere il valore di quelle personalità come Carlo Formigoni e Michele Mirabella che tanto stanno dando a questo mondo. Grazie per quello che hanno fatto e che faranno”.


Aldo Patruno, Direttore Dipartimento Turismo e Cultura Regione Puglia: “In questo periodo storico, il Premio alla Carriera non è solo un momento celebrativo ma è un segnale che dal Teatro si deve ripartire. Stiamo dimostrando davvero che la nostra regione sta ripartendo dalla cultura, abbiamo un disperato bisogno di ricucire la comunità anche riportando il pubblico a teatro”.
Maddalena Tulanti, componente giuria Premio alla Carriera: “La giuria ci ha messo pochissimo a scegliere Formigoni tra i premiati. Formigoni ha nel suo dna il voler che tutti facciano gli attori. Vederlo interagire con il pubblico è stato bellissimo”.


Intanto, sono già aperte le candidature per la prossima edizione. I candidati al premio potranno essere segnalati entro il 31 gennaio di ogni anno da Regione Puglia e Amministrazioni Comunali socie del Teatro Pubblico Pugliese, componenti del Consiglio di Amministrazione e da organismi pugliesi rappresentativi del settore teatrale. L’assegnazione avverrà ad insindacabile giudizio di una Giuria composta, oltre che da alcuni rappresentanti del Teatro Pubblico Pugliese e dal Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio della Regione Puglia o suo delegato, da tre componenti esterni, individuati ogni anno tra esperti del settore, critici e giornalisti.

Please Post Your Comments & Reviews

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *