Max Giusti lascia il segno al “Gargano Media Festival” con la sua comicità contagiosa

Browse By

San Menaio (Fg), 28 agosto 2020 – Una risata non ci salverà, ma sicuramente ci aiuterà a stare insieme e a ritrovare la normalità. Quella normalità che spesso abbiamo criticato ma che ora, più che mai, rivendichiamo, è cara anche a Max Giusti.

Il comico lo ha sottolineato più volte sul palco del “Gargano Media Festival”, giovedì 27 agosto nel piazzale della Stazione di San Menaio, che lo ha visto protagonista di questa 2^ edizione insieme al giornalista Sky Stefanio Meloccaro.

Tra un dritto e un rovescio, prima sul campo da tennis e poi in scena, i due fuoriclasse hanno regalato al pubblico circa due ore di risate e buonumore.

Lo showman capitolino ha coinvolto i presenti, confrontandosi con loro fino a farli diventare protagonisti dello spettacolo. Aneddoti, freddure, imitazioni, musica – compreso un gran finale sulle note di “Alba chiara” di Vasco Rossi – senza tralasciare riflessioni sul momento storico che viviamo. Dal lockdown alla mania degli acquisti online, da MasterChef fino a Pechino Express, a cui Giusti ha partecipato con Marco Mazzocchi arrivando in semifinale.

L’attore, comico, imitatore e conduttore televisivo ha parlato anche delle nuove forme di comunicazione, sottolineando l’importanza della presenza e della condivisione. «La cosa che mi ha più rotto durante il lockdown sono state le dirette instagram, cioè comunicare attraverso un video. Forse i più giovani sono abituati a vivere e comunicare in questo modo… Per me conta il contatto con la gente, lo stare insieme, non posso essere sempre mediato da una camera per fare qualcosa», ha affermato con convinzione Giusti, che il 4 luglio scorso è partito con la sua tournée estiva da Milano, una delle città più colpite dall’emergenza sanitaria.

A San Menaio la sua comicità mai banale, il suo sorriso contagioso e la sua professionalità – come quella del poliedrico direttore artistico Meloccaro –  hanno dato un senso profondo alla 2^ edizione del “Gargano Media Festival”, organizzata dalla Pro Loco San Menaio & Calenella con il sostegno di Sicme e Ferrovie del Gargano e con la collaborazione dell’Associazione Giacche Verdi Puglia Onlus.

«La scelta di declinare l’evento sul binario dell’umorismo e dell’ironia, in un periodo particolare come questo che stiamo vivendo, è stata vincente. Usciamo certamente arricchiti da questa serata» hanno dichiarato in chiusura Bruno Granieri e Luigi Damiani, rispettivamente presidente e membro della Pro Loco di San Menaio & Calenella. I due hanno portato anche i saluti dell’assessore regionale al Bilancio e alla Programmazione unitaria Raffaele Piemontese, del direttore del Dipartimento Cultura e Turismo della Regione Puglia Aldo Patruno e di Ferrovie del Gargano.

«Siamo felici di aver contribuito anche quest’anno alla realizzazione del Gargano Media Festival. Il Gargano è un luogo magico ed eventi di questa portata contribuiscono ad accrescerne il valore», ha comunicato il direttore di Ferrovie del Gargano Daniele Giannetta, che ha aggiunto: «Sosteniamo le attività che la Pro Loco di San Menaio & Calenella mette in campo perché crediamo nella valorizzazione del territorio e nelle sinergie. Insieme abbiamo portato avanti diversi progetti – come “Tramonto Divino” che ha visto la presenza lo scorso anno del gastronauta Davide Paolini, e diverse mostre ospitate nella sala realizzata all’interno della stazione di San Menaio – e altri ne faremo in futuro».

Intanto la macchina organizzativa è già al lavoro per la 3^ edizione del “Gargano Media Festival”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *